II° DOMENICA di QUARESIMA – Domenica 28 Febbraio 2021

Con lui trasfigurati nello splendore della tua luce
Fu trasfigurato davanti a loro Marco 9,2

Ascoltatelo
La tua voce, Padre, è forte e decisa:
«Ascoltatelo!», ci dici.
Di fronte alla nostra storia di uomini e donne
hai posto Gesù, tuo figlio.
Lungo le nostre strade,
segnate dalla vita e dalla morte,
hai inviato il Cristo, pienezza della vita,
sorgente di eternità.
Insegnaci ad ascoltare ogni suo gesto e parola.
Insegnaci a non trasformare il Vangelo
in un’arma di condanna degli altri.
Insegnaci ad accoglierlo in noi come acqua zampillante
che, ogni giorno, ci rinnova in profondità
e rende nuovo e buono il nostro sguardo sul mondo. Amen.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Chiesa italiana.

Settimana Santa, le indicazioni della Cei
Per il secondo anno consecutivo i riti saranno
condizionati dalle norme anti pandemia.
Ma quest’anno i fedeli potranno partecipare
alle celebrazioni

 

ASTINENZA

Il tempo della pandemia è già tempo di rinunce…. Accogliamo però ancora
in spirito penitenziale quanto la chiesa ci propone per un cammino che ci
aiuta ad andare all’essenziale e a fortificarci interiormente…!
Il venerdì è giorno in cui nella tradizione si vive la rinuncia.
La legge dell’astinenza dalle carni proibisce l’uso della carne come pure
dei cibi e delle bevande particolarmente ricercati e costosi. Si pratica tutti i
venerdì di quaresima. Alla legge dell’astinenza sono tenuti coloro che hanno
compiuto il 14° anno di età. Può esser questo per tutti anche il tempo del
DIGIUNO TELEVISIVO, delle rinunce a FUMO, ALCOOL…
Il vero digiuno (San Leone Magno, papa) Il nostro vero digiuno non sta nella
sola astensione dal cibo; non vi è merito a sottrarre alimento al corpo se il
cuore non rinuncia all’ingiustizia e se la lingua non si astiene dalla calunnia.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

+ QUARESIMA RAGAZZI
La Croce della Pasqua: Di settimana in settimana invitiamo le famiglie (in
casa e come il gruppo di catechesi o della parrocchia) a preparare la formella
della croce con fantasia e vivere un momento di preghiera. Segui le istruzioni
e scarica i materiali da stampare dal sito quaresima.diocesi.vicenza.it

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
+ Ogni venerdì ore 20.45 su Facebook
Parrocchia di San Giorgio in Bosco
Elide Siviero ci aiuta a pregare e a riflettere sul Vangelo della domenica
seguente di quaresima (la scorsa settimana oltre 580 visualizzazioni)
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

La CARITAS ricorda la raccolta di generi alimentari per le nostre
famiglie in difficoltà. Sono gocce d’amore che non andranno
perdute. Grazie fin d’ora a coloro che hanno donato generosamente.!!!

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++

«Ascoltatelo».
Nel momento in cui pensiamo che ormai il Vangelo lo sappiamo e
non ci troviamo niente di nuovo per la nostra vita, se ci guardiamo
dentro sinceramente, scopriamo di aver dato ascolto fin troppo ad
altri maestri…
Forse senza accorgercene abbiamo scelto di tenerci stretta la
nostra vita, fuggendo dalla Parola che ci chiede di convertirci.

Abbiamo un Dio innamorato di noi, che ci accarezza
teneramente e ci canta la ninna nanna proprio come fa un papà
con il suo bambino. Non solo: lui ci cerca per primo, ci
aspetta e ci insegna a essere «piccoli», perché l’amore è più
nel dare che nel ricevere ed è più nelle opere che nelle parole.
(Papa Francesco)

Il perdono è la legge – Santo Curato d’Ars
Il buon Dio perdonerà solamente coloro che avranno perdonato: è la legge.
I santi non nutrono né odio, né astio; essi perdonano tutto, anzi, ritengono sempre
di meritare, per le offese che hanno arrecato al buon Dio, molto di più del male
che viene loro fatto.
I cattivi cristiani, invece, sono vendicativi.
Quando si odia il proprio prossimo, Dio ci restituisce questo odio:
è un atto che si ritorce contro di noi.
Un giorno dicevo ad una persona: “Ma allora non desidera andare in paradiso,
dato che non vuole vedere quell’uomo!” – “Oh, sì che voglio andarci, tuttavia
cercheremo di stare lontani l’uno dall’altro, in modo da non vederci”.
Non avranno di che preoccuparsi, poiché la porta del paradiso è chiusa all’odio.
In paradiso non esiste il rancore.
Per questo, i cuori buoni e umili, che sopportano le ingiurie e le calunnie con gioia
o indifferenza, cominciano a godere del loro paradiso in questo mondo; coloro,
invece, che serbano rancore sono infelici: hanno l’espressione preoccupata ed
uno sguardo che sembra divorare ogni cosa attorno a sé.
Ci sono persone che, in apparenza devote, se la prendono per la minima ingiuria,
per la più piccola calunnia.
Si può essere santi da fare miracoli ma, se non si ha la carità, non si andrà
in paradiso.
L’unico modo per spiazzare il demonio, quando questi suscita in noi sentimenti
di odio verso coloro che ci fanno del male, è pregare subito per loro.
Ecco come si riesce a vincere il male con il bene, ed ecco cosa significa essere
santi.

************************************

Pensiero della settimana
Se ami solo quelli che la pensano come te
non stai che amando te.