Domenica 17 Gennnaio – Sant’Antonio Abate

«Dove dimori?»
Gv 1,35-42 :Videro dove dimorava e rimasero con lui.

Sguardi di vita
Signore Gesù,
fissa il tuo sguardo su di noi
e chiamaci per nome.
Tiraci fuori dalle nostre routine
e invitaci a camminare con te, dietro di te.

Insegnaci a guardare il mondo in cui viviamo
in modo nuovo, scoprendo te, la tua voce,
la tua presenza, la novità che doni al mondo.
Possa il nostro sguardo
essere come quello di Giovanni e di Andrea:
capace di vedere e di riconoscere.
Perché solo chi da te si lascia incontrare
e “spostare” può raccontare ad altri
la tua bellezza, la tua vita, il tuo sguardo. Amen.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

DOMENICA PROSSIMA GIORNATA DIOCESANA DEL SEMINARIO
Anche quest’anno la nostra diocesi propone la giornata pro Seminario.
Il contesto rispetto agli altri anni è completamente diverso, dal momento che
le urgenze e le limitazioni che incontriamo in questo tempo, hanno modificato
la vita e le attività delle nostre comunità parrocchiali.
Anche la comunità del Seminario è stata investita dagli effetti della pandemia,
s’è trattato di una esperienza singolare, difficile ma molto arricchente.
Vorremmo, dunque, farci presenti alla grande comunità Diocesana, per
celebrare questa giornata come un segno di speranza. Il Seminario c’è, è vivo,
certamente ridotto nei numeri rispetto a quelli di un tempo, ma non manca di
vitalità e di iniziative. …Ricordiamo che le offerte raccolte in questa
domenica, sono destinate a sostenere la formazione dei seminaristi e le
spese della vita comunitaria.

Sensibilizzazione per la scelta della Religione Cattolica a Scuola

Il tema proposto quest’anno è:
“Religione a scuola…molti volti di una stessa storia”.

Dalla lettera del Vescovo Beniamino del 10 novembre 2020:
“Carissimi genitori,
vi scrivo nel pieno di un periodo di prova e fatica
per voi e per le vostre famiglie.
Vi ringrazio anzitutto della testimonianza di amore e fedeltà che ogni giorno
date prendendovi cura sotto ogni aspetto del futuro dei vostri figli.
Il destino dei figli è quello di diventare grandi e accompagnare la crescita
dei piccoli è la gioia e la preoccupazione di ogni coppia di genitori.
Proprio di questo vorrei parlare: che cosa serve a un figlio per crescere?
Oltre all’affetto e alla sicurezza offerti da una famiglia, per diventare grandi
serve anche la cultura….
Vi invito quindi a seguire sempre con attenzione il cammino scolastico
dei vostri figli. In questi mesi probabilmente avete visto in diretta,
dalle vostre case, il lavoro degli insegnanti, la gioia e la fatica di imparare
degli studenti. Non perdete di vista questo mondo, nel quale si genera
il futuro dei vostri figli.
Come Vescovo mi permetto di ricordarvi anche una proposta, che fa parte
dell’offerta formativa della scuola italiana, statale e paritaria: quella
dell’Insegnamento della Religione Cattolica. Si tratta di una “materia”
molto speciale perché in essa viene trasmesso quel patrimonio culturale che
il cristianesimo ha saputo offrire alla cultura italiana nel corso di due
millenni. Pensate alle opere d’arte, alla letteratura, alla storia del nostro
Paese. Sono impossibili da capire senza sapere che cosa sia la fede cristiana.
Per questo la campagna di quest’anno ci ricorda che nell’ora di religione
ci rendiamo conto di essere Tanti volti di una stessa storia.
Vi invito allora a scegliere l’IRC nel momento dell’iscrizione dei vostri
figli alla classe prima di ogni scuola. È una scelta da fare in queste
settimane e sono certo che ne comprenderete l’utilità……”
Con gratitudine e affetto
X Beniamino Pizziol vescovo di Vicenza
*****************************************************************************************
“Mi piacciono le persone che per brillare

non spengono nessuno”

Abbiamo un Dio innamorato di noi, che ci accarezza
teneramente e ci canta la ninna nanna proprio come fa un papà
con il suo bambino. Non solo: lui ci cerca per primo, ci aspetta e
ci insegna a essere «piccoli», perché l’amore è più nel dare che
nel ricevere ed è più nelle opere che nelle parole.

(Papa Francesco)

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani
Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto
Giovanni 15, 5-9

Padre santo,
tu che chiami tutti gli uomini
all’unità di una sola famiglia,
perdona i nostri atti di divisione
e accordaci di realizzare la nostra vocazione.
Signore Gesù,
tu che sei morto per ricondurre all’unità
i figli di Dio dispersi,
fa’ che sentiamo lo scandalo delle nostre separazioni
e aspiriamo alla comunione fraterna.
Spirito Santo, tu che guidi la Chiesa
a tutta la verità e susciti l’amore,
fa’ che cerchiamo la verità
che non abbiamo ancora saputo vedere
e amiamo con carità sincera i nostri fratelli.
O Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo,
che hai radunato le nazioni nel tuo popolo
mediante il battesimo, fa’ che progrediscano nell’unità,
perché possano un giorno partecipare insieme allo stesso pane di vita.

18-25 GENNAIO: SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
Giovanni XXIII ai parroci di Roma (febbraio 1959): «Noi non cercheremo di sapere
chi ha avuto torto, non cercheremo di sapere chi ha avuto ragione, diremo
solamente: riconciliamoci!».