XXVIII DOMENICA TEMPO ORDINARIO – A 11 Ottobre 2020

«…molti sono chiamati, ma pochi eletti» Matteo 22,14

L’angolo della preghiera

Il tuo banchetto è per tutti:
nessuno può considerarsi escluso,
tagliato fuori dalla festa che tu prepari per l’umanità.
Tuttavia non basta accogliere l’invito:
tu chiedi che ognuno indossi la veste nuziale.
Ma non si tratta, Gesù,
di affrontare spese notevoli,
né di sottomettersi a sforzi disumani.
Sei tu stesso a fornirlo, questo abito prezioso,
sei tu stesso ad agire nella nostra esistenza
per trasformarci a tua immagine.
Ci prendi come siamo, ai crocicchi delle strade,
nelle situazioni più disparate, raminghi, sporchi e laceri.
Il fango attaccato al nostro volto e al nostro cuore
non ti fa desistere dalla tua offerta,
né le ferite che ci portiamo dentro costituiscono un impedimento.
Basta solo che ci abbandoniamo a te,
che ci lasciamo rischiarare dalla tua luce,
che ci lasciamo trasformare dalla tua tenerezza,
che ci lasciamo guarire dalla tua misericordia.
++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
Orari delle celebrazioni domenicali
San Giorgio: sab. sera 18.30; domenica 9.30
Paviola: 11.00
Lobia: sab. sera 19.00; domenica 11.00
*****************************************************

OTTOBRE MISSIONARIO
Preghiera per le Missioni

Padre nostro,

il Tuo Figlio Unigenito Gesù Cristo risorto dai morti
affidò ai Suoi discepoli il mandato di
«andare e fare discepoli tutti i popoli»;
Tu ci ricordi che attraverso il nostro battesimo
siamo resi partecipi della missione della Chiesa.
Per i doni del Tuo Santo Spirito, concedi a noi la grazia
di essere testimoni del Vangelo, coraggiosi e zelanti,
affinché la missione affidata alla Chiesa,
ancora lontana dall’essere realizzata,
possa trovare nuove ed efficaci espressioni
che portino vita e luce al mondo.
Aiutaci a far sì che tutti i popoli possano
incontrarsi con l’amore salvifico
e la misericordia di Gesù Cristo,
Lui che è Dio, e vive e regna con Te,
nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.

***************************************************************************************************
+ «Quest’anno l’Ottobre missionario ha una caratteristica data dall’anno
particolare che stiamo vivendo: tutti soffriamo per le difficoltà della pandemia
e anche i nostri missionari soffrono delle stessa cosa. Però, in Paesi in cui
le difficoltà erano già troppe, se n’è aggiunta un’altra, e questa complica
tutto. Perciò, quest’anno credo che dobbiamo fare uno sforzo speciale per
sostenere i nostri missionari».
+ A conclusione del suo Messaggio per l’Ottobre, Papa Francesco ci ricorda che la
GMM è una giornata di comunione nella preghiera e di solidarietà con le giovani
Chiese. Per questo, “se abbiamo potuto imparare qualcosa in tutto questo tempo è
che nessuno si salva da solo”, non possiamo ripiegarci su noi stessi e non
dobbiamo dimenticare coloro che possono camminare soltanto con la nostra
partecipazione e con il nostro aiuto. Forse questo è proprio il tempo per tornare
a sentire la sofferenza altrui e recuperare quei sentimenti di semplice umanità, di
benevolenza, compassione e solidarietà così spesso dimenticati.
+ Il primo impegno «è quello di sostenere i missionari con la preghiera,
che è il primo atto di solidarietà,
ma il secondo impegno è un contributo concreto: cercare di mettere da parte
qualcosa per sostenerli in tutti i lati del mondo, nella terza domenica del mese
ogni parrocchia si disporrà a fare la raccolta delle offerte.
Le offerte di domenica prossima saranno tutte devolute
all’ ufficio missionario diocesano

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

VANGELO VIVO
Hanno voluto restare anonimi, ma sono una coppia di Robbio
Lomellina (Pavia) e hanno festeggiato anticipatamente il proprio
Matrimonio offrendo un pasto a 82 clochard e persone in difficoltà
che frequentano la mensa dei poveri dei frati cappuccini: un
momento spensierato di aggregazione per chi soffre. «Avremmo
potuto mettere mano al portafoglio − racconta la giovane sposa −
ma l’effetto non sarebbe stato quello che volevamo.
Il pranzo di nozze condiviso ci è sembrato un momento più
arricchente dal punto di vista umano». Al termine è pure spuntato
l’inatteso regalo: uno zaino differenziato per donne e per uomini,
ricolmo di prodotti per l’igiene, calze, mutande, rasoio da barba,
cappello, sciarpa, guanti.

***************************************************************************************************

dove porta il rancore…

Un serpente entrò in un laboratorio di falegnameria, e nel strisciare,
passò sopra una sega e rimase leggermente ferito.
Da un momento all’altro, tornò e con tutta la sua furia, morse la sega;
e, nel farlo, rimase gravemente ferito in bocca.
Allora, senza capire cosa stava accadendo e
pensando che la sega stava per aggredirlo, decise di avvolgere la sega
per soffocarla con tutto il suo corpo stringendola con tutte le sue forze,
ma ha finito di uccidersi da solo.
A volte reagiamo con rabbia per ferire coloro che ci hanno danneggiato,
ma dopo tutto ci rendiamo conto che stiamo facendo del male a noi stessi.
Nella vita a volte è meglio ignorare situazioni, ignorare le persone,
ignorare i loro comportamenti ed anche le parole.
Le persone dicono e fanno tante cose ma sei tu che decidi se ti riguardano
o no!!
Molte volte è meglio non reagire per non subire conseguenze che
a volte possono essere dannose.
Quindi non lasciare mai che l’odio si impadronisca della tua vita,
perdonare non è debolezza…perdonare è avere tanto amore per se stessi!
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
CELEBRAZIONE DEI FUNERALI.
In questa fase si possono celebrare con la Liturgia
della Parola o con la S. Messa.
In accordo con i familiari.