Home

Paviola

chiesapaviolaoldPaviola è una frazione del comune di San Giorgio in Bosco in provincia di Padova, e ha circa 800 abitanti. Da settembre del 2010 fa parte dell’unita’ pastorale assieme alle parrocchie di Lobia e San Giorgio in Bosco. Il parroco è Don Antonio Bertuzzo.

Tieniti in contatto

Per informazioni e richieste scriveteci a:

info@paviola.it

l

 

 

ASCENSIONE DEL SIGNORE 54a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

 

Tema: “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria
(Es 10,2).

La vita si fa storia.

Domenica 24 Maggio 2020

Mediatore tra Dio e gli uomini

Gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Matteo 28,16

Tu sei con noi!
Tu sei con noi, Signore:
sorgente e causa della nostra gioia.
Sei con noi, Signore risorto:
vita che zampilla, amore che irrora.
Sei con noi nelle notti interminabili
e nell’albeggiare carico di speranza;
negli aridi mezzogiorni assolati
e nel tepore rinfrescante delle sere.
Sei con noi, sempre!
Sarai con noi per sempre!

È questo che ci chiedi di ricordare al mondo,
ogni giorno, avendo sul volto lacrime o sorrisi.
È questo ciò che ci chiedi di annunciare. Amen.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Nelle messe di sabato sera (Paviola domenica mattina) 30 maggio ci sarà la
benedizione delle croci
*********************************************************************************************

Sabato 30 maggio ore 9.15 la Messa Crismale in Cattedrale con una
rappresentanza di clero e fedeli

Nel rispetto delle disposizioni sanitarie attuali, la nostra Cattedrale può accogliere solo
200 persone: esse rappresenteranno tutta la nostra Chiesa diocesana.
La celebrazione verrà trasmessa da Tele Chiara, da Radio Oreb

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
In questo tempo c’è la dispensa del precetto festivo:
per motivi di età e di salute si può continuare a seguir da casa la S. Messa
Si può sostituire anche con la messa feriale… c’è posto e più
tranquillità…
È obbligatoria la mascherina: sono consigliati guanti, o flaconcino con
igienizzante…

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

NELLA PROVA MANTENIAMO FERMA LA NOSTRA FEDE

In queste settimane segnate dal terribile virus siamo stati tutti invitati a “stare in casa”: Ci è mancato
così l’incontro con le persone con le quali si condivide la vita e realtà quotidiane. E’ stata per tutti una
“solitudine non voluta”. Il digiuno eucaristico ci ha insegnato che noi davamo tutto per scontato: riti,
celebrazioni, incontri. Ora, spero, stia nascendo in noi una nostalgia profonda di bene, di valori, di
socialità, di condivisione, di comunione…
La visita in chiesa, la preghiera in casa, l’ascolto della Messa alla TV non possono sostituire l’assemblea
domenicale. Tutti noi, chi più chi meno, abbiamo fatto esperienza della fragilità, una fragilità che ci
spinge a cercare e a credere in Dio. In questo periodo abbiamo tuttavia riempito la nostra vita di silenzio,
di ascolto, di dialogo vero, di lunghe telefonate, ma anche di preghiera.
Molti di noi hanno ascoltato la Messa sui vari canali televisivi, assistito alle varie celebrazioni (Via
Crucis in una Piazza San Pietro deserta, il rosario nei vari Santuari ecc). Ci siamo ritrovati in tanti a
pregare il Signore. Papa Francesco ha detto più volte: “Signore, ferma l’epidemia”. E’ un grido che Dio
certamente ascolta e comprende; soprattutto è un grido che predispone, chi lo eleva, ad abbandonarsi
con fiducia nel Signore. Dalla preghiera vengono la consolazione e la speranza.

Domenica 24 maggio solennità dell’Ascensione di Gesù al cielo ricominciano le celebrazioni
eucaristiche con la presenza dell’assemblea cristiana.

Qualche cambiamento negli orari delle celebrazioni
                                   San Giorgio: sab. sera 19.30; domenica 9.30
                                   Paviola: 11.00
                                   Lobia: sab. sera 19.00; domenica 11.00

Si ricordano ancora alcune indicazioni pratiche per vivere bene le nostre celebrazioni:
– Innanzitutto consideriamo le piccole regole che siamo chiamati a rispettare come un gesto
di attenzione e di amore nei confronti dell’altro, della sua salute.
– In tutte le chiese, anche là dove si celebra all’aperto, ci sarà un’entrata e un’uscita. L’entrata
è la porta centrale e le uscite le porte laterali. All’entrata saremo accolti da volontari, che ci
aiuteranno a entrare con ordine, mantenendo la distanza di un metro e mezzo, troveremo il
prodotto per igienizzare le mani, noi avremo già la mascherina che abbiamo indossato
partendo da casa e entrando in chiesa, dove non ci sarà l’acqua benedetta, faremo il segno della
croce, un inchino o una genuflessione e andremo a occupare i primi posti che sono indicati, in
modo che chi entra dopo di me non mi debba passare accanto. Anche le sedie sono posizionate
alla giusta distanza, non spostiamole.
La mascherina va tenuta durante tutta la celebrazione.
– Il segno della pace è sospeso, non ci sarà la processione delle offerte e non si passerà per la
raccolta delle elemosine. Potrete contribuire alle necessità delle parrocchie, mettendo la vostra
offerta nei cesti che trovate all’uscita.
– Per la comunione usciremo in fila indiana nel corridoio centrale, anche qui mantenendo la
distanza, ci accosteremo al sacerdote o al ministro, allungheremo le mani riceveremo
l’Eucarestia sul palmo della mano ci sposteremo a lato, abbasseremo la mascherina, ci
comunicheremo e ritorneremo al posto per i corridoi laterali. Non ci sarà il dialogo: “Corpo di
Cristo” – “Amen”. Lo si farà tutti insieme prima della comunione, poi riceveremo la particola
consacrata in silenzio.
– Durante la celebrazione restiamo in piedi o seduti, evitiamo di metterci in ginocchio per non
invadere lo spazio di chi è davanti a noi.
– All’esterno della chiesa siamo invitati a non fare assembramenti.

 

Le Ultime News

  • ASCENSIONE DEL SIGNORE 54a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Tema: “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria” (Es 10,2). La vita si fa storia. Domenica 24 Maggio 2020 Mediatore tra Dio e gli uomini Gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Matteo 28,16 Tu sei con noi! Tu sei con noi, Signore: sorgente e causa della nostra gioia. Sei con noi, Signore risorto: vita che zampilla, amore ...
  • VI DOMENICA DI PASQUA – 17 Maggio 2020 «Pregarono per loro perché ricevessero lo Spirito Santo» «Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paraclito perché rimanga con voi per sempre…» Giovanni 14,16 ALLO SPIRITO SANTO Vieni, o Spirito Santo, dentro di me, nel mio cuore e nella mia intelligenza. Accordami la Tua intelligenza, perché io possa conoscere il Padre nel meditare la parola del Vangelo. Accordami il Tuo amore, perché anche ...
  • V DOMENICA DI PASQUA – 10 Maggio 2020 Io sono, la via la verità, la vita, dice Gesù: non abbiate paura!   NON SIA TURBATO IL VOSTRO CUORE! «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me…» Giovanni 14,6 Messaggio della domenica L’immagine che la liturgia di questa domenica ci consegna è la casa del Padre con la porta spalancata. ...